La via Francigena

Avete presente quei progetti che rimangono a fare la muffa tra i propri sogni? Se vi è mai capitato di vederli realizzati, allora potrete capire la mia attuale gioia. Quest’anno per le vacanze io e mio compagno abbiamo pensato di percorrere la via Francigena prendendo le tappe più salienti e sfruttando l’occasione per visitare un po’ l’Italia.

Siamo partiti da Lucca e siamo arrivati fino a Roma, in bicicletta: sia io che mio compagno siamo degli amanti del trekking e della mountan bike, dei nostri amici avevano percorso il cammino di Santiago e ci avevano raccontato dell’esperienza meravigliosa che era stata e allora ci siamo decisi. Vacanze alternative, niente mare o resort, ma una bella camminata nel cuore dell’Italia.

Con la cartina alla mano, ci siamo fatti un ottimo piano delle tappe essenziali da dover fare: viaggiavamo per tutto il giorno, specialmente nelle ore più fresche del mattino e del pomeriggio, cercando di arrivare sempre al punto fissato per pernottare. Ci siamo portati anche la tenda, che in un paio di occasioni ci è stata utile, tra imprevisti ed eventi del genere, ma in linea di massima abbiamo potuto rispettare la tabella di marcia. Ammetto che mi è mancato coccolarmi con make up e pedicure (specialmente gli ultimi giorni), ma è stata un’avventura meravigliosa.

Tra le tappe più belle, San Quirico d’Orcia e Bolsena: nella prima dei simpatici vecchietti, in bosco a far legna, ci hanno invitati a casa loro per una cena e ci hanno accompagnati da un affittacamere locale che ci ha rifocillati per bene per il giorno successivo. Il bed & breakfast Bolsena è stata una scoperta meravigliosa, la cordialità che abbiamo incontrata è stata unica e anche in quell’occasione il proprietario del b&b ci ha dato un bel po’ di viveri per il resto del viaggio, senza volere niente in cambio.

Siamo arrivati a Roma stanchissimi ma veramente orgogliosi di noi, è stato un viaggio meraviglioso che ci ha permesso di affrontare delle sfide che, sinceramente, non pensavo riuscissi a superare, ma eccomi qua, tornata felice, sana e salva!