La fiera di paese

Quando cade l’inverno è sempre un piacere girare per le strade del mio paese e respirare quell’aria gelida, pungente, freschissima. Insomma, è una cosa che per tutta l’estate attendo, quando finalmente arriva sono elettrizzato come un bambino durante il giorno di Natale!

Ieri mi sono goduto un po’ quest’atmosfera invernale, finalmente ha smesso di piovere e farsi due passi è stato molto piacevole. C’era un po’ di tutto: per prima cosa mi sono fermato al banco del vin brulé perché il freddo iniziava a essere davvero molto insistente. Ottimo, speziato a dovere e senza tutta quella cannella che molto spesso tendono a metterci!

Mi sono preso anche un panino con la salsiccia, giusto per starmene leggero e colmare quel buco allo stomaco che iniziava a gridare a gran voce, e ho continuato a camminare. Da solo? Da solo! È proprio questo che mi piace del mio paese, conosco tutti e tutti mi conoscono, però ho gli amici in città. Posso godermi giornate rilassanti e in totale solitudine che ogni tanto fanno bene allo spirito, per come la vedo io!

Sono stato fermato dalla promoter gentilissima e carinissima che vendeva stufe a pellet, era talmente graziosa che è riuscita a strapparmi la mail. Dopo qualche passo ho sentito squillare il telefono e ho visto la mail inviata dall’azienda che diceva visita il sito web per scoprire le offerte delle nuove stufe a pellet. E sì che ho una fedelissima stufa a legna dalla quale non mi voglio separare per adesso, quindi ho ceduto solo e soltanto in vista di una così bella e dolce creatura 🙂

La sera ci sono stati poi i fuochi d’artificio, uguali da almeno una decina d’anni ma un evento imperdibile, è vietato andarsene prima! Dopo i fuochi tutti sono tornati nelle proprie case il più velocemente possibile, perché è così che funziona da queste parti. Da almeno una decina d’anni.