Consigli per l’applicazione dello smalto semipemanente

Lo smalto semipermanente è uno smalto che consente alle unghie delle mani, ma anche a quelle dei piedi, dipende dai gusti delle persone, di rendere la mano e i piedi più curati, più ordinati, più belli.
L’uso dello smalto semipermanente consente di evitare di ricorrere al solvente, infatti, lo smalto classico, dopo due, tre giorni va rimosso perchè inizia a sfaldarsi a contatto con l’acqua e con le normali attività giornaliere.
Lo smalto semipermanente, diversamente, garantisce una tenuta più a lungo, infatti il colore è perfetto per oltre due settimane e permette di esibire le mani con più disinvoltura. Molte donne ricorrono allo smalto semipermanente con l’avvicinarsi dell’estate, dando vita a design creativi, infatti questa tipologia di smalto da la possibilità di essere arricchito da decorazioni e da nail art, con diverse sfumature e variazioni di tonalità cromatiche.

Si ricorre a questo tipo di smalto perchè rispetto allo smalto tradizionale, garantisce una stesura perfetta, lo spessore migliora e rende l’unghia più forte e resistente. L’unghia non ha bisogno di essere limata durante la stesura dello smalto, perchè lo smalto è automodellante e non ha bisogno di ulteriori rifiniture.

Applicazione smalto semipermanente

Prima di applicare lo smalto semipermanente l’estetista deve fare una buona manicure, infatti, deve ripulire le unghie da aloni, da residui di smalti precedenti, mediante l’uso dello sgrassatore. Successivamente, occorre opacizzare con un mattoncino e continuare a togliere i residui di polvere con una spatola.

Dopo di che l’estetista deve iniziare ad applicare uno strato leggero di smalto gel come base, che funge da preparazione, sulla punta delle unghie e far asciugare per qualche secondo. Più tardi si potrebbe applicare un prodotto che consentirebbe di proteggere l’unghia naturale, perchè crea uno strato tra l’unghia e lo smalto gel colorato.

Solo dopo va applicato lo smalto gel semipermanente del colore che più ci aggrada.

La mano va inserita in una lampada a fornetto UV per alcuni secondi al fine di favorire la polimerizzazione.
La polimerizzazione è una tecnica che origina una reazione chimica che consente allo smalto di indurirsi grazie ai raggi della lampada UV. La penultima fase è l’applicazione dello smalto gel lucidante e la ulteriore polimerizzazione sotto la lampada UV.
Alla fine, per togliere eventuali residui, è consigliabile sgrassare l’unghia con il Cleanser. La seduta di applicazione dello smalto semipermanente dura trenta minuti.

Va ricordato che lo smalto semipermanente non consente di allungare, nè di ricostruire le unghie, perchè il fine di questo smalto semipermanente è quello di migliorare l’aspetto estetico delle proprie mani esposte al pubblico.